Scrivere per:
 
Abbreviazioni
agg. = aggettivo
f. = femminile
inv. = invariato
intr. = intransitivo
inter. = interiezione
loc. = locuzione
m. = maschile
p. pass. = participio passato
pl. = plurale
pron. = pronome
s. = sostantivo
V. = verbo
Cerca nel parolario in ordine alfabetico:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
<<Pagina iniziale

Da paura [loc. agg.le inv.]
Notevole, fuori dal comune, mozzafiato, sconcertante; formula ellittica, originaria del linguaggio giovanile, di espressioni come "tale da far spavento", "tale da far paura".
Es: Ieri sera ho conosciuto una bionda da paura!
Ambito d'uso: gergo giovanile
Dare [v.]
Quando si è senza forse, si usa l'espressione "Non ne ho più da dare" oppure "Ho dato".
Ambito d'uso: gergo giovanile
Dare buca [loc.]
Non presentarsi ad un appuntamento.
Ambito d'uso: gergo giovanile
Dare la molla [loc.]
Liberare, sciogliere da vincoli.
Es. Adesso porto fuori il cane e gli do la molla.
Ambito d'uso: gergo giovanile
Debaggare [v.]
In informatica, correggere, mettere a punto; con riferimento a procedure e programmi.
Derivazione: inglese (to debug). Ambito d'uso: informatica
Debito formativo [loc. s.le m.]
Nel nuovo ordinamento scolastico, qualificazione di insufficienza, alla conclusione dell'anno, che obbliga lo studente a frequentare un corso di recupero, senza comprometterne il passaggio all'anno successivo.
Default (s. m.)
1. In informatica, la scelta che viene effettuata in assenza di una specificazione. 2. Nel gergo, "di default", sta a significare "ovviamente, chiaramente, sempre".
Es: Se decidiamo di fare una gita, ti invitiamo di default
Demo (s. f.)
Versione di un programma commerciale che è stata limitata artificialmente (ad esempio è impossibile salvare il file creato, oppure il programma termina dopo 10 minuti) in modo che serva solo da valutazione per chi vuole vedere le caratteristiche di un programma prima di acquistarlo.
Ambito d'uso: gergo informatico
Devolution / Devoluzione [s. f. inv.]
Trasferimento, delega di poteri dal governo centrale alle amministrazioni locali; decentramento.
Derivazione: inglese.
Dialer [s. m. inv.]
Compositore di numeri telefonici; programma informatico per il collegamento telematico.
Il dialer sarebbe di per sé uno strumento lecito del commercio via Internet. Ad esempio, una società potrebbe usarlo per offrire consulenze o informazioni per telefono e farsi pagare per questi servizi direttamente tramite la bolletta del chiamante, senza dover scomodare carte di credito, fatture e quant'altro. Purtroppo, però, questo strumento viene abusato, nel senso che viene offerto spessissimo in modo disonesto, ossia facendo di tutto per nascondere i veri costi di connessione (che spesso avvengono tramite un numero a pagamento maggiorato su prefissi come il costosissimo 899 in Italia o prefissi internazionali).
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: informatica
Di brutto [loc. agg.le]
Molto, tanto.
Es. Stasera mi sono divertito di brutto!
Ambito d'uso: gergo giovanile
Digitale (agg.)
È il contrario di analogico, può essere riferito a segnali elettrici o strumentazioni. Nel caso di segnale elettrico, è digitale quel segnale che non varia con continuità nel tempo, cioè che assume un numero finito di stati possibili. Un segnale analogico può essere convertito in un segnale digitale attraverso un processo detto campionamento (sampling): ad intervalli regolari di tempo si misura l’ampiezza del segnale e la si confronta (quantizzazione) con il valore digitale più prossimo. Il teorema di Shannon garantisce che l’informazione del segnale non viene persa a patto che la frequenza di campionamento sia il doppio di quella della massima frequenza che il segnale stesso può assumere (banda passante). Ad esempio, nel caso di segnali audio la banda passante è di 20 kHz, quindi per non perdere informazioni, la conversione deve avvenire attorno ai 40 KHz. Nei CD, infatti, il suono viene campionato a 44 kHz
Ambito d'uso: lingua comune
Dinosauro [s. m.]
Ironicamente, persona che ha lavorato e vissuto all'epoca del "giurassico", cioè quando le tecnologie non erano ancora così avanzate come ai giorni nostri.
Ambito d'uso: gergo giovanile

Di prima [loc. agg.le]
Bellissimo, di prima categoria, il migliore.
Variante: di primissima.
Contrario: di ultima.
Es. Questa macchina è di prima! La mia invece è di ultima...fa proprio schifo.
Ambito d'uso: gergo giovanile

Directory [s. f.]
Indirizzario, è il file contenente l'elenco di documenti o altre directory che contengono a loro volta documenti e directory. In Windows viene rappresentato da una cartella.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo informatico
Dissuasore automatico [loc. s.le m.]
Dispositivo a scomparsa automatica che agisce da barriera all'ingresso di veicoli non autorizzati in una determinata area.
Di striscio [loc.]
Per niente, neanche un po'.

Es. Non mi considera di striscio...
Ambito d'uso: gergo giovanile
Dominio[s. m.]
È la parte finale di un indirizzo di un sito web o di posta elettronica, che permette di individuarne la collocazione nella rete. I siti appartenenti ad uno stesso insieme sono quindi riconoscibili dalla parte finale del loro indirizzo elettronico. Si parla di dominio di primo e di secondo livello. Il dominio di primo livello è quello che indica, per esempio, un'istituzione universitaria o educativa (.edu), un'istituzione governativa o militare statunitense (.gov o .mil), un'organizzazione commerciale (.com), oppure con un acronimo del nome dei paesi cui ci si riferisce il luogo in cui fisicamente risiede il sito (.it per l'Italia, .fr per la Francia e così via). Il secondo livello indica l'organizzazione specifica a cui appartiene il sito come, per esempio, .tin. Sia negli indirizzi web che in quelli di posta elettronica troveremo sempre i due livelli divisi da un punto.
Ambito d'uso: gergo informatico
Doom metal [loc. s.le m.]
Sottogenere musicale dell'heavy metal caratterizzato da toni cupi e apocalittici.
Derivazione: inglese (da "doom" rovina, disastro e "metal")
Dopare [v.]
1. somministrare sostanze stupefacenti a un atleta per accrescerne il rendimento 2. In senso figurato, gonfiare artificialmente, mistificare, truccare.
Derivazione: inglese
Doppiopesista (s. m.)
Chi, di fronte a comportamenti analoghi, dà giudizi diversi a seconda di chi sia l'autore di tali comportamenti.
Dow generation [loc. s.le f.]
La generazione degli Americani che investono in Borsa i propri risparmi; per estensione, la generazione di chi investe nel mercato azionario.
Derivazione: inglese ("Dow" Jones "Generation")
Dowloadare [v.]
Scaricare da Internet programmi, file o altri documenti sul proprio computer.
Derivazione: inglese (to download). Ambito d'uso: informatica
DSL [acronimo]
Digital Subscriber Line
È una tecnologia che consente la trasmissione ad alta velocità sulla linea in rame delle reti telefoniche tradizionali. Vengono utilizzate le bande di frequenza superiore a quella utilizzata dalla fonia (4 KHz). La DSL si divide poi in 4 sottoversioni: HDSL, ADSL (la più diffusa), VDSL e SDSL.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: informatica
DVD [acronimo]
Digital Versatile Disk
Simile ad un CD, ma con capacità fino a 17 GB per software e filmati MPEG-2. Un disco DVD può essere a singola o a doppia faccia, inoltre ogni faccia può avere uno o due strati (layer) di dati.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: lingua comune.


Sito creato da manuscritto.it 2002 - Tutti i diritti riservati.