Scrivere per:
 
Abbreviazioni
agg. = aggettivo
f. = femminile
inv. = invariato
intr. = intransitivo
inter. = interiezione
loc. = locuzione
m. = maschile
p. pass. = participio passato
pl. = plurale
pron. = pronome
s. = sostantivo
V. = verbo
Cerca nel parolario in ordine alfabetico:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
<<Pagina iniziale

Machista [agg.]
Relativo ad atteggiamenti che enfatizzano la virilità, la forza e l'aggressività tradizionalmente proprie della figura maschile.
Derivazione: spagnolo. Ambito d'uso: lingua comune.
Macroarea [s. f.]
Area molto ampia, raggruppamento di settori specifici diversi.
Ambito d'uso: lingua comune.

Macrocategoria [s. f.]
Categoria molto ampia.
Ambito d'uso: lingua comune.

Magazine online [loc. s.le m.]
Pubblicazione periodica accessibile mediante la rete telematica.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo di Internet > lingua comune.

Magheggio [s. m.]
Manovra illusoria e poco chiara, ingannevole.
Ambito d'uso: lingua comune.

Magra [s. f.]
Figuraccia.
Ambito d'uso: lingua comune.
Mailbombing [s. m.]
È l'azione di inviare un messaggio un gran numero di volte (anche nell'ordine delle migliaia), privatamente o nelle aree di discussione, allo scopo di recare danno o comunque disagio. Esistono programmi che effettuano automaticamente invii ripetuti, rendendo il mailbombing un'azione tanto semplice quanto nociva.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo di Internet.
Mailing-list [loc. s.le f. inv.]
Gruppi di utenti che discutono su argomenti di interesse comune, i cui interventi vengono distribuiti agli abbonati alla lista via posta elettronica (sono molto simili ai newsgroup, con la differenza che i messaggi non rimangono affissi in un luogo cui si deve accedere per la consultazione, ma sono spediti nella casella postale elettronica di ogni partecipante).
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo di Internet.
Mail spazzatura [loc. s.le f. inv.]
ISpedizione non richiesta di messaggi di posta elettronica, soprattutto a scopo pubblicitario.
Derivazione: inglese ("junk mail"). Ambito d'uso: gergo di Internet.
Manetta [s. f.]
Espressione usata per indicare una forte velocità, generalmente con un mezzo motorizzato, ma può essere anche nel modo di parlare.
Es. Il mio nuovo motorino va a manetta!
Ambito d'uso: lingua comune.

Manovrina [s. f.]
Nel linguaggio politico, manovra economica del governo o di un'amministrazione pubblica, finalizzata a raggiungere il pareggio di un modesto deficit nel bilancio; con connotazione talvolta ironica.

Ambito d'uso: linguaggio politico..

Mappazza [s. f.]
Pietanza indigesta e dall'aspetto sgradevole.
Derivazione: trasmissione televisiva "Indietro tutta" con Renzo Arbore e Nino Frassica. Ambito d'uso: lingua popolare.
Maraglio [s. m.]
Giovane dall'aspetto, dai modi e dai mezzi di locomozione sgradevolmente vistosi
Derivazione: Emilia-Romagna. Ambito d'uso: lingua giovanile/popolare.

Maretta [s. f.]
Espressione usata quando tra un gruppo di persone c’è un momento di crisi.
Es. Oggi c'è un po' di maretta in famiglia.

Derivazione: Emilia-Romagna. Ambito d'uso: lingua popolare/dialettale.

Marpione [s. m.]
Un ragazzo che ha il "vizio" di provarci con tutte.
Ambito d'uso: lingua giovanile/popolare.
Martedì nero [loc. s.le m..]
Martedì di grave crisi per i mercati finanziari, con particolare riferimento alle cadute delle Borse internazionali registrate il 19 dicembre 2000 e il 24 settembre 2002; per estensione, martedì segnato da tragici avvenimenti, dall'assunzioni di gravi decisioni, da gravi disagi.

Ambito d'uso: economia.
Massinforma [s. m.]
Mezzi e comunicazioni di massa
Masterizzare [v. tr.]
Scrivere dati su un CD-ROM.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo informatico
Medley [s. m.]
Brano musicale composto da più brani dello stesso genere fusi insieme.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo giovanile.
Meilare (mailare) [v. tr.]
Inviare un messaggio di posta elettronica; trasmettere mediante la posta elettronica.
Ambito d'uso: gergo di Internet.
Menu [s. m.]
Una lista di opzioni possibili, tipicamente nella schermata principale di un computer (ma può anche trovarsi nella parte alta dello schermo, come il "menu mela" dei Macintosh). Quando il menu si può vedere solo cliccando in un punto particolare, si parla di menu a tendina (o, meno usato, "a scomparsa").
Ambito d'uso: gergo informatico.
Merchandising [s. m.]
La produzione di oggetti relativi ad un gruppo musicale, un film, una squadra di calcio, un evento, ecc. Di solito magliette, adesivi, cappelli, sciarpe, gadgets, giocattoli, ecc.
Ambito d'uso: marketing.
Messaggeria [s. f.]
In una rete telematica, servizio che gli utenti possono utilizzare per scambiarsi messaggi di vario genere
Ambito d'uso: gergo informatico/giovanile.
Messaggiare [v. tr.]
Spedire un messaggio. Il verbo è usato solo se si pensa di non ripetere a voce il testo scritto; altrimenti si usa il più prosaico (e sicuramente più italiano) verbo "scrivere".
Ambito d'uso: gergo giovanile.
Messaggino [s. m.]
Breve messaggio di testo inviato o ricevuto tramite telefono cellulare o apparecchio di rete fissa appositamente predisposto.
Ambito d'uso: gergo giovanile.
Microcar [s. f. inv.]
Autovettura utilitaria, di dimensioni ridotte, che, per alcuni modelli, può essere guidata anche da chi è in possesso di un patentino per la conduzione di motocicli.

Derivazione: inglese. Ambito d'uso: lingua comune.
Microfonare [v. tr.]
fornire di microfono
Ambito d'uso: lingua comune.
Millennium bug [loc. m.]
Baco del millennio; errore di programmazione potenzialmente capace di causare il collasso dei sistemi informatici mondiali al momento del cambio di data tra l'anno 1999 e il 2000.

Derivazione: inglese. Ambito d'uso: lingua comune.
Mobbizzare [v. tr.]
Vessare qualcuno, sottoporlo a mobbing (Il mobbing consiste in una forma di violenza psicologica messa in atto da un superiore o da più colleghi di lavoro nei confronti di una “vittima”, la quale è soggetta a continui attacchi e ingiustizie che a lungo andare portano l’individuo ad una condizione di estremo disagio psicologico quando non addirittura ad un crollo psicologico.)

Derivazione: inglese . Ambito d'uso: lingua comune.
Mobility manager [loc. m.]
Responsabile della mobilità aziendale; chi ha il compito di ottimizzare gli spostamenti dei dipendenti dall'abitazione al luogo di lavoro, mediante la progettazione e la gestione di soluzioni che contribuiscano a ridurre l'uso dell'auto privata, svolgendo un ruolo importante nella decongestione del traffico cittadino.
Derivazione: inglese.
Mod [s. m.]
Tendenza social-musicale nata in Inghilterra nei primi anni '60 caratterizzata dall'uso di giacchette e completi a risvolti stretti, cravatte sottili, taglio corto di capelli e interesse particolare alle anfetamine e al rythm'n'blues. Gruppi musicali di riferimento: The Who, Kinks, Small Faces.
Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo giovanile.
Modem [s. m.]
Abbreviazione di modulatore/demodulatore consente a un computer di trasmettere e di ricevere informazioni tramite una linea telefonica standard. Dal momento che su quest'ultima possono essere trasmessi soltanto segnali analogici, e il computer è digitale, il modem trasforma i segnali del primo tipo in segnali digitali e viceversa.

Derivazione: inglese. Ambito d'uso: gergo informatico > lingua comune.
Monitorare [v.]
1. v.i. Usare il video di un sistema di elaborazione; 2. v.t. Controllare

Derivazione: inglese ("to monitor"). Ambito d'uso: lingua comune.
Mud [s. m.]
Gruppo di giochi di ruolo modellati sull'esempio dell'originale "Dungeons and Dragons". I MUD sono utilizzati anche in contesti diversi, ad esempio per effettuare conferenze telematiche o come strumento didattico.

Derivazione: inglese ("Multi-User Dungeon") . Ambito d'uso: gergo informatico > giovanile.
Multimedia [s. m.]
Integrazione su uno stesso supporto di informazioni di diversa natura: testi, suoni, immagini fisse o animate. Questa operazione è resa possibile dalla digitalizzzazione, ovvero dalla traduzione di queste diverse forme di informazione in un'unità di misura comune, il bit. Naturalmente, per fruire di informazione in formato digitale eè necessario un medium digitale: il computer.

Derivazione: inglese. Ambito d'uso: lingua comune


Sito creato da manuscritto.it 2002 - Tutti i diritti riservati.