Scrivere per:
...sulla pubblicità

La creatività: tecniche e rituali per farsi venire le idee.

Di Sabrina Goria (Fonte: ADV - n°8, 31 Ottobre 2002)

Ecco una serie di sintetici pareri sull’argomento.
Maurizio Dal Borgo, Co-direttore creativo e Art director di Advema&Montangero: “La creatività è quella cosa che alcuni creativi hanno e fanno bene, per poi essere, il più delle volte, distorta, masticata o addirittura sconvolta da clienti saccenti e account accondiscendenti. In realtà il rituale è leggere il meno possibile brief penosi, sapere che il cliente è intelligente, aperto e che il prodotto ha delle potenzialità alte o accattivanti. Le idee vengono al ristorante, in barca mentre leggi un libro o dopo aver fatto l’amore”.
Giancarlo Maiocchi, Studio Occhiomagico: “La creatività è rispondere con intelligenza a domande cretine. Per quanto riguarda i rituali e le tecniche leggo molto e di tutto, cercando di trovare una logica nel kaos”.
Massimiliano Mellere, RPR Associati: “Sicuramente l’idea che fa nascere un progetto integrato di sponsorizzazione, è frutto di un momento creativo, che prende forma già in contesto strategico. Mentre nell’ideare una campagna pubblicitaria la creatività è un momento di totale e assoluta libertà di espressione delle proprie idee, in un progetto di sponsorizzazione non si può prescindere dalla strategia dell’azienda. Ogni proposta, ogni idea, deve rispondere ad un obiettivo e verso di esso deve tendere. Non può esistere la creatività fine a se stessa per la natura stessa della sponsorizzazione intesa come "organizzazione che gestisce un evento legato a uno sponsor". Essere creativi, significa riuscire a dare forma alla propria curiosità. Per quanto riguarda le tecniche che uso è importante analizzare il progetto, individuare i punti di forza e di debolezza, cogliere gli elementi che consentiranno di ribalatare questi ultimi in “plus” nel reale valore aggiunto, in ciò che darà forma e contenuto alle idee creative”.
Amedeo Cappitella, Agenzia Web Gaia: “Sul web l’aspetto creativo del lavoro riguarda la capacità di veicolare gli obiettivi di comunicazione del progetto. Procedo in maniera molto razionale: faccio l’elenco di quali sono gli obiettivi chiave e a chi sono rivolti. Vedo siti dei concorrenti che, per business o posizionamento di mercato, sono particolarmente efficaci nel veicolare il messaggio oggetto del brief”.
Marco Giglio, Agenzia Web Gaia: “La creatività è non accettare la risposta che ci risulta più facile. Nasce dalla voglia di esplorare, di fare un passo in ciò che ancora ci è ignoto, e soprattutto dal bisogno di comunicare un nostro contenuto personale con i mezzi che abbiamo a disposizione, e che per natura sono limitati. Seguo un vecchio consiglio che diceva: ”tutto si può risolvere se si cammina abbastanza a lungo”, e mi porto da scrivere, mi siedo nei tavolini del bar, nelle piazze e guardo la gente in faccia. Quasi tutte le idee migliori mi sono venute per strada”.

Torna all'indice



Sito creato da manuscritto.it © 2002 - Tutti i diritti riservati.