Scrivere per:


Hai un aforisma da suggerire?

Scrivilo a

Sarà pubblicato sul sito!


"Scrivere aforismi è da gran signore; un gran signore regala bottiglie di vino pregiato; un villano regala una botte di vino mediocre"
Giuseppe Prezzolini, Ideario

aforismi > morte

La più crudele eredità della morte è che spesso lascia gli altri prigionieri della vita.

La morte, il più atroce dunque di tutti i mali, non esiste per noi. Quando noi viviamo la morte non c'è, quando c'è lei non ci siamo noi. Non è nulla né per i vivi né per i morti...
(Epicuro, Lettera sulla felicità)

"Non è che ho paura di morire. E' che non vorrei essere lì quando succede.
(Woody Allen)

Non bisogna avere paura della morte ma della vita.

I codardi muoiono mille volte, i coraggiosi una volta sola.

Si può morire a cent'anni, senza aver vissuto neanche un giorno.

Nessun uomo è un'isola chiusa in se stessa: ogni uomo è parte del tutto... La morte di ogni uomo mi diminuisce, perché io sono parte dell'umanità; perciò non chiedere mai per chi suona la campana: essa suona per te.
(John Donne)

L'uomo è un condannato a morte che ha la fortuna di ignorare la data della propria esecuzione.
(Roberto Gervaso)

Una vita sprecata è una morte precoce.
(Wolfgang Goethe)

Non v'è rimedio per la nascita e la morte salvo godersi l'intervallo.
(Arthur Schopenhauer)

Ho una gran voglia di vedere il mio funerale prima di morire.
(Maria Edgeworth)

Gli dei nascondono agli uomini la dolcezza della morte, affinché essi possano sopportare la vita.
(Lucano)

Quando si muore si ha ben altro da fare che di pensare alla morte.
(Italo Svevo)

In fondo morire non sarebbe niente. Quel che non sopporto è il non poter sapere come andrà a finire.
(Antonio Amurri)

Il privilegio dei morti: non moriranno più.
(Gabriele D'Annunzio)

È l'idea della pace eterna che ci toglie la pace.
(Roberto Gervaso)

Morto io, accidenti a chi resta.
(Proverbio popolare)

La verità siede sulle labbra degli uomini morenti.
(Arnold Matthew)

Noi moriamo soltanto quando non riusciamo a mettere radice in altri.
(Leone Tolstoj)

Il resto è silenzio.
(William Shakespeare)

La pallottola che mi ucciderà non è ancora stata forgiata.
(Napoleone Bonaparte)

Non è la morte, ma il morire, che è terribile.
(Henry Fielding)

Nella mia fine è il mio principio.
(Maria Stuarda)

La morte è dolce a chi la vita è amara.
(Tommaso Campanella)

La vita livella tutti gli uomini. La morte rivela gli eminenti.
(George Bernard Shaw)



Sito creato da manuscritto.it © 2002 - Tutti i diritti riservati.